Mela Proprietà Nutritive

La mela è uno dei frutti più straordinari e completi che si possano trovare in natura.

In Italia la maggior parte della produzione di mele si svolge nel Trentino Alto Adige, ma anche l’Emilia e il Veneto possono contare una buona produzione.

Fuori dall’Italia viene prodotta in maniera intensiva da Cina, Stati Uniti, Russia e Francia.

Sommario

Mela: descrizione

La mela è principalmente un frutto di stagione autunno inverno anche se in realtà si trova ormai praticamente in qualsiasi periodo dell’anno.

Ci sono anche delle varietà, non a caso dette “estive”, per le quali la raccoltà inizia già alla terza settimana di luglio e finisce agli inizi di Settembre. E’ il caso delle varietà di mele Ozark gold, Gala, Shinga, e Summerfree.

varietà mele estive

L’albero che la produce prende il nome di melo ed una pianta che appartiene alla cosiddetta famiglia delle Rosacee. La fioritura della mela avviene tra i mesi di aprile e maggio.

Esternamente (la buccia) può essere di colore rosso, giallo o verde; mentre internamente (la polpa), indipendentemente dalla varietà è di un colore molto chiaro tendente leggermente al giallo.

Come vedremo più avanti, nel paragrafo dedicato alle varietà di mele, esistono diversi tipi di mele.

Vediamo prima le parti della mela; come è fatta insomma.

Parti della mela

mela parti

Sappiamo tutti più o meno com’è fatta una mela. L’ immagine di sopra mostra esattamente come è strutturata una mela e come si chiamano nel dettaglio le sue parti

Rispettando l’ordine dell’immagine, dall’alto verso il basso le componenti sono:

  • il picciolo
  • la cavità peduncolare
  • buccia
  • seme
  • polpa
  • pericarpo
  • calicinia

Varietà mele

varietà mele

Esistono diverse varietà di mele. Più di mille per dare l’idea.

Le più conosciuti sono:

  • Mela annurca
  • Mela renetta
  • Mela Fuji
  • Stark delicious

Per semplicità solitamente le varietà di mele di sopra sono accorpate in gruppi più ampi, all’interno dei quali si trovano più tipologie accomunate da caratteristiche più o meno simili.

Ad esempio, le stark delicious, ed in generale tutte le mele la cui denominazione contiene Stark, fanno parte del gruppo Delicious red, che oltre alla già nominata tipologia stark delicious contiene le varietà:

  • Stark
  • Super Starking
  • Ecc …

Questa varietà di mele possiede delle caratteristiche ben determinate; si tratta di una mela rossa, grossa e la sua maturazione mediamente avviene agli inizi del mese di settembre.

Un’altro gruppo di varietà di mele molto conosciuto sono le mele golden.

Queste sono caratterizzate da un colore della buccia giallo e da una polpa succosa dal sapore leggermente acidulo.

 

Mela benefici

Che la mela sia un frutto salutare è risaputo. Quanto volte abbiamo sentito l’espressione “una mela al giorno toglie il medico di torno” …

Scherzi a parte, un consumo quotidiano e regolare di mele consente di:

  • Regolare il senso di sazietà
  • Il livello di colesterolo
  • Tenere sotto controllo la glicemia
  • Aumentare il colesterolo buono

La mela si distingue anche per l’abbondante presenza di vitamica C e beta carotene

La mela va consumata con la buccia o senza la buccia?

Questa è una delle domande più ricorrenti quando si parla di questo frutto e di quale sia il miglior modo per consumarlo.

Se vogliamo assumere maggiori quantità di fibra e pectina la mela va andrebbe consumata con la buccia. Continuando a leggere questo post troverai un intero paragrafo che parla delle proprietà della buccia della mela.

A proposito di consumare i frutti con la buccia, bisogna tuttavia fare molta attenzione.
Il discorso è di carattere generale e riguarda tutti i gli alimenti naturali.

Prima di consumare un frutto con la buccia, infatti è consigliabile accertarsi che il frutto oltre ad essere di stagione sia anche biologico. Ovvero che non siano stati usati pesticidi o trattamenti chimici.

E’ risaputo che le maggiori concentrazioni di pesticidi, nei frutti trattati, risiede proprio nella buccia. Quindi in caso di frutta non biologica è sempre consigliabile rimuovere la buccia. In caso di gravidanza soprattutto.

In ogni caso è sempre bene lavare bene frutta e verdura utilizzando acqua e bicarbonato.

Buccia di mela proprietà

Quello che rende la mela un frutto unico è una sua componente molto speciale: la pectina.

La pectina è un polisaccaride che nel caso della mela si trova sotto forma di fibra solubile in acqua. Questa sostanza, grazie alla sua nota capacità di creare gelatina favorisce la funzionalità intestinale.

Queste caratteristiche fanno della mela un potente alleato sia in caso di diarrea che in caso di stitichezza.

Nel primo caso infatti può aiutare a migliorare la consistenza delle feci.

Nel secondo invece ha il potere di ammorbidire le pareti coliche agevolando l’evacuazione.

Inoltre, assunta nella giusta quantità, la pectina è ottima per i diabetici.

Una delle caratteristiche principali della pectina infatti è quella di tenere sotto controllo il livello di glicemia durante il passaggio di glucosio dall’intestino al sangue.

Altri frutti ricchi di pectina sono le albicocche, le prugne e le ciliegie.

Mela calorie

mela calorie

Come si può vedere anche cercando su google “mela calorie” vediamo che il contenuto calorico di 100 grammi di mela è di 52 calorie.

E’ molta utilizzata nei regimi alimentari dietetici.

Ma quand’è meglio consumare la mela? Come merenda o come spuntino di metà mattina?

Consumare la mela come spuntino di metà mattina o per la merenda pomeridiana può essere un ottima idea.

Bisogna tenere presente che rispetto ad altri frutti, la mela ha dimensioni abbastanza variabili.

Una singola unità se molto grande, può arrivare ad avere un contenuto calorico di 120 Kcal.

In questo caso se si ha l’abitudine di fare due spuntini durante il giorno, sarà opportuno consumarla solo in una delle due occasioni.

Succo di mela: centrifuga o estrattore di succo?

Quando un frutto si consuma per intero, così come natura l’ha fatto, si assumono tutte le sue proprietà nutritive.

Tralasciando i discorsi sulla possibilità … l’unico contro di questo tipo di consumo è il fatto di avere a che fare con un processo digestivo quasi completo. Quindi piuttosto lungo e a scarso rendimento in termini di assorbimento dei nutrimenti.

Come abbiamo già scritto altre volte sulle pagine di questo blog, il processo digestivo comporta lo spreco di buona parte delle sostanze nutritive del frutto per portare avanti il processo stesso.

A seconda dei casi quindi può essere più utile per l’organismo consumare il frutto in forma liquida; in questo modo il processo è molto più veloce (15 20 minuti circa) e si ha un assorbimento molto maggiore.

Ci sono due possibilità:

  • centrifugato di mele (centrifuga)
  • estratto di mela (estrattore succo)

Se qualcuno se lo stesse chiedendo abbiamo deliberatamente escluso il caso del frullato, in quanto il frullatore a differenza di centrifuga o estrattore, non ha nessun sistema di filtraggio della polpa; quindi bere un frullato di un qualsiasi frutto equivale quasi a mangiarlo per intero.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *